Belén Rodriguez difende Fabrizio Corona: “Senza tutto questo can can avrebbe avuto lo sconto di pena”. E nel frattempo…

Nuovo

E’ di pochi giorni fa la notizia della conferma da parte della Cassazione della condanna per Fabrizio Corona ad oltre 13 anni di reclusione, rifiutando la sua richiesta di poter scontare la pena ai domiciliari o presso una comunità di recupero in seguito ai suoi attacchi di panico e alle crisi psicologiche di cui ha sofferto negli ultimi tempi. In occasione della presentazione del suo film Non c’è due senza te, l’ex di Corona, la bella Belén Rodriguez, commenta: “Se fossero stati tutti zitti, forse qualche sconto di pena l’avrebbe avuto. Ma non è stato così. Per me continuare a parlare di questa vicenda significa fargli del male“. Quanto al suo film, invece, che tratta il tema dell’opposizione all’adozione di un bambino da parte delle coppie gay, la showgirl lanciata dall’Isola dei famosi commenta: “E’ un argomento piuttosto delicato, però mi sono sempre schierata per l’adozione per le coppie omosessuali. Sono contraria invece all’utero in affitto per qualsiasi tipo di coppia. Lo trovo un gesto molto egoistico dato che ci sono tanti bimbi abbandonati che hanno bisogno di amore e di una famiglia. Dopo il piccolo Santiago, adesso vorrei una femminuccia. Mi sono informata e c’è una tecnica precisa per far nascere una femmina: bisogna concepirla quattro giorni prima del periodo fertile di una donna. Quindi adesso prendo appunti e poi mi organizzo con mio marito Stefano De Martino! Mi piacciono le famiglie numerose e nel mio Paese le donne fanno ancora tanti figli! Già da diverso tempo aiuto dei bambini in Argentina pagando loro la scuola e tutto quello di cui hanno bisogno. Per quanto riguarda un piccolo da prendere in adozione nella nostra famiglia, lo avrei fatto se non avessi potuto avere altri figli“. Infine, quando le si chiede se si identifica col personaggio che interpreta, una donna che fa quasi diventare etero un uomo gay, Belén risponde: “E’ molto lontana da me: è una ragazza confusa, impacciata e un tantino psicopatica! In un gay cerca le doti che tante volte non si trovano negli eterosessuali. Interpretare un personaggio così diverso è stata la vera sfida del film. Ma nella vita mi è capitato che un gay s’innamorasse di me, con tanto di dichiarazione d’amore! Mi piace molto recitare nelle commedie, non è molto diverso da quello che faccio in tv, dove spesso mi capita di interpretare un ruolo. Sono abituata ad essere il personaggio Belén, quando poi, nella vita di tutti i giorni, sono completamente diversa. E comunque, sto per girare un altro film…!

Fonte: Nuovo

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM