Andrea Spadoni: “Maria De Filippi tra genio e lacrime, con C’è posta per te è da 15 anni il sabato degli Italiani”

Vip

Domani sera si concluderà l’appuntamento settimanale con C’è posta per te, il programma di Maria De Filippi che da ormai quindici anni ci fa compagnia, tra risate e pianti e ospiti speciali. L’ex concorrente del Grande fratello 7 e giornalista Andrea Spadoni commenta così il grande successo della trasmissione: “Può cambiare tutto in Italia, ma non il sabato sera con Maria De Filippi. C’è posta per te non subisce i cambiamenti della società, le abitudini della gente, l’aggiornamento del linguaggio televisivo. In onda dal 2000, il programma delle storie, delle sorprese, delle famiglie che, in alcuni momenti, può esser scambiato per il festival della sfiga, piace al pubblico che ama passare i week-end sul divano. Piace alle donne di casa, ma anche ai giovani. Le mode e le relazioni cambiano, i reality sembrano ormai roba vecchia e troviamo ovunque cuochi fighissimi che fanno sembrare stare ai fornelli una forma d’arte, ma C’è posta per te miete successi di ascolti ogni settimana. Un classico che non viene mai tradito dal pubblico. Perché? Perché Maria, con i suoi format, ha saputo toccare il lato più debole delle persone, ha giocato sui sentimenti e l’identificazione: ad Amici si sogna il palcoscenico che sembra più vicino di quello che sembrava; a Uomini e Donne si raccontano storie d’amore che fanno sognare che prima o poi il principe azzurro arriverà per noi; C’è posta per te ti fa scoprire storie che assomigliano alle nostre, a quelle del vicino di casa, a quelle di cui parliamo al bar. Fa piangere e ridere e porta nel piccolo schermo calciatori, attori, cantanti, star della tv, i nomi più importanti che attraggono e creano motivazione per restare un’ora in più la sera anziché gettarsi nella mischia delle discoteche. La dimostrazione della forza infinita di questo programma, che mostra una freschezza che ha eguali in nessun altro programma delle tv generaliste italiane, la troviamo nei risultati dell’audience di ogni settimana: per 9 volte consecutive è stato il programma più seguito, con picchi di share che superano il 30% e oltre 6 milioni di telespettatori, contro i miseri 15% di Notti sul ghiaccio su Mamma Rai. Dimostrazione dell’innata capacità di Maria di trasmettere forti emozioni, come quella di papà Mario, che ha incontrato Belén Rodriguez e Stefano De Martino, che è scoppiato a piangere mentre ascoltava le parole dei propri figli. La commozione si mischia alla voglia di vedere i propri beniamini in tv, in una forma di spettacolo che ha poco a che vedere con l’intrattenimento leggero, ma vince sempre, nonostante gli anni passino e nonostante sia un riflesso della nostra società estremamente pop. Maria De Filippi è un vero genio. Il più conclamato di questa epoca televisiva“.

Fonte: Vip

About Edicola

9 commenti

  1. ok,eran altri tempi.ok,c’eran due canali rai e mediaset era solo un’idea in testa a platosconi.ok ,i computer non eran pc e i padri fondatori di facebook avevano i genitori non ancora in grado di concepirli.ok.ma quanto faceva Portobello? quanto fecero,poi,carramba e c’eravamo tanto amati e la corrida?.ok ,tutto cambiò. i vecchi son open e free ,i ragazzi chattano tra loro,stando nella stessa stanza,persino le casalinghe c’hanno la laurea,ma io vedo i programmi di sempre.le stesse idee vecchie con una spennellata di social ok.
    +quando si parla di raccolta differenziata e di riciclaggio .
    +che cos’è un genio? un apostrofo rosa tra le parole auditel e share.

  2. E comunque questo qua fa quel che può, e comunque non sarà un genio, ma nemmeno il principe Carlo mi sembra un grande pensatore, anzi mi sembra che non sia la mia pupilla ad uscirne con le ossa rotte.
    Una gran lavoratrice: meglio così?

Inserisci un commento

Not using HHVM