Davide Di Porto dell’Isola dei famosi 7: “Figlio mio, non mi giudicare! Se faccio il travestito è per mantenere la famiglia!”

Nuovo

Sono passati alcuni anni dalla settima edizione dell’Isola dei famosi, caratterizzata dalla presenza dei Famosi, dei Figli d’arte e di un gruppo di Non Famosi. Tra questi, c’era anche Davide Di Porto, body builder romano oggi 50enne, che in passato ha fatto parlare di sé anche per le pellicole porno girate dopo l’Isola. Adesso, Davide si è trasformato…da macho a donna! La regista tedesca Bronislawa Hartmann gli ha chiesto di prender parte alla commedia teatrale Ippolita la schiava e lui ha accettato. “Se me lo avessero detto qualche anno fa, mi sarei fatto una grande risata! Invece la vita è proprio imprevedibile. Quella di Ippolita, poi, somiglia tanto alla mia storia: anche lei, come me, ha fatto scelte scandalose. Grazie a questo personaggio mi sono dato un’altra possibilità e la mia carriera ricomincia da qui. Ho dovuto imparare a camminare sui tacchi, una faticaccia! Ci ho messo due mesi, ogni giorno ore sui tacchi e un dolore alle caviglie che non auguro a nessuno! Però ho scoperto di avere uno spiccato lato femminile. Ho lavorato sul personaggio ispirandomi a Vladimir Luxuria. Anche la mia compagna Ida ha assistito alle prove ed ha pianto come una ragazzina, specialmente nella scena finale in cui mi uccido. Mi auguro che quest’esperienza possa aiutare a ricucire lo strappo che c’è nel nostro rapporto e a superare le nostre difficoltà“. Quando gli si chiede come hanno reagito invece i suoi figli, Davide risponde: “All’inizio erano un po’ sorpresi, poi hanno capito che si tratta solo di recitazione. E fanno il conto alla rovescia per vedermi in scena. Tutti i sacrifici che faccio sono per loro! Sarà anche l’occasione per farmi perdonare dei porno che ho girato. Quello è stato un grande errore. Ho girato sei o sette film hard e sono rimasto disgustato da quell’ambiente, che mi ha causato anche grandi problemi con la mia compagna e i miei figli. Purtroppo ancora nessuno di loro ha superato quel trauma. Dopo L’Isola dei famosi dovevo pensare a sopravvivere e la pornografia era un’occasione di lavoro. Non mi sono accorto che stavo sbagliando e quando ormai la frittata era fatta, mi sono accorto che ormai ero “marchiato”. La tv non mi voleva più. Ci avevo messo una vita per diventare popolare e un attimo a perdere tutto. Anche sull’Isola credevo di esser andato a fare una vacanza, invece l’ho pagata cara: ad un certo punto ho patito la fame ed ho avuto un crollo psicologico. Ma, anche se avessi vinto, poco dopo sarei stato dimenticato: questo è un ambiente strano, ti usano quando sei al top e poi ti buttano via. Ma io non mollo, sono un tipo tosto…Anche sui tacchi a spillo!“.

Fonte: Nuovo

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM