Enrico Lucci in un servizio per ‘Le Iene’: “Ecco la versione calabrese di ‘Uomini e Donne’!” (Video)

Che Uomini e Donne fosse un programma seguitissimo lo si sapeva già, così come si sapeva già che nei sogni di molti giovani, in segreto o meno, strimpelli la voglia di partecipare alla trasmissione di Maria De Filippi. Ieri sera, però, in un servizio molto curioso de Le Iene, Enrico Lucci ci ha mostrato una versione un po’ particolare del programma, quella calabrese. Si chiama Il salotto di Maria, è girato all’interno degli studi televisivi della bellissima Catanzaro Lido e non manca niente: presentatrice, tronisti, corteggiatori, opinionisti, pubblico parlante, ospiti in studio.

Ma cosa spinge questi giovani a partecipare? La voglia di farsi notare, di emergere… e magari, chissà, di approdare nella versione originale del Trono Classico. Ecco per voi il video del servizio di Lucci:

Video

Clicca sull’immagine per vedere il video

Alessio Barbieri, ex corteggiatore di Teresa Cilia, nel guardare il programma, non si è trattenuto dal commentare su Facebook, ricevendo anche risposte non troppo comprensive:

Facebook

Voi che ne pensate?

About Franci

11 commenti

  1. Sono venuta sul blog proprio per segnalare questo servizio, ma eccolo, è già qua, non avevo dubbi! 🙂
    Lucci è un grande!!!

    La Maria calabrese pensavo fosse un trans, niente contro di loro ovviamente.

    Lui, il corteggiatore, si definisce sui generis ma si sente un leone (poco scontato), copia il tatuaggio di Stefano De Martino, si veste come tutti gli altri ragazzi e vorrebbe andare a U&D (unico proprio stile, se se, credici)

    “Georgia, come la canzone di Ray ChaRs”

    Tutto il resto è storia…

  2. Tristezza infinita… Poi Lucci è fantastico li prende per i fondelli, neanche velatamente, e loro non si rendono conto..

  3. … Eppure io ho visto un Lucci alla fin fine intenerito.
    Credo avrebbe potuto calcare molto di più la mano ma mi ha dato l’impressione di non essersela sentita…

    • LaFayette quoto. Anch’io penso che l’etá abbia dato a Lucci un po’ di ‘compassione’ in piú. Diciamo che sarebbe stato come sparare sulla croce rossa prendere per i fondelli ragazzi senza un lavoro, in una realtá con poche prospettive.
      ps. per il resto il porgramma avrebbe potuto chiamarsi: Il Salotto Metrosex. Quante sopracciglia depilate e ciuffi al vento!!

  4. Ragazze devo confessare che mi riguarda da vicino questo programma e naturalmente sono la
    Prima a “vergognarmene”. Questi ragazzi sono quei soliti quattro ragazzi che credono di essere “la top class” della mia città. Fatto sta che non hanno capito quanto Lucci li abbia presi in giro. Che vergogna.

    • Continuo a pensare che abbia più preso in giro il contesto che i ragazzi. L’ho visto in azione dal vivo e posso assicurarti che sa essere incredibilmente più spietato.
      Si è trovato di fronte dei giovani fragili, alla ricerca dì qualcosa che nemmeno loro sanno cosa possa essere, con poco strumenti a disposizione (soprattutto culturali), ha usato loro una compassione rara per i suoi standard. In un altro contesto poi, per esempio, la madre del corteggiatore avrebbe subito un montaggio straziante,qui invece ne è solo trapelata la tristezza e la non completamente consapevole disperazione.

Inserisci un commento

Not using HHVM