‘Amici di Maria De Filippi’: l’opinione di Isa sulla quarta puntata del serale

Amici di Maria De Filippi 14

Puntatina burrascosa quella di ieri sera, eh! Difficile scrivere un commento senza rischiare di essere fraintesa / lapidata in pubblica piazza dai sostenitori di questo o di quello. Per cui partirò da un punto che, credo, possa benissimo mettere d’accordo tutti: ma quanto è stato “wow” il duetto di ieri tra i The Kolors e Marco Mengoni? Mamma mia! Insomma, che io adori Marco sin dalla prima nota emessa nel 2009 sul palco di X Factor è cosa ormai risaputa, quindi per quanto mi riguarda basta che ci sia lui ed è davvero difficile che una performance possa non piacermi ma a sto giro sono davvero, davvero felice di averlo visto duettare con quelli che, a mio parere, per originalità, spirito innovativo, doti vocali e consapevolezza artistica sono praticamente gli unici che io equiparerei a lui e gli unici che vedrei in grado di poter fare una carriera indipendente e allo stesso tempo di successo. Insomma, dai talent di voci e artisti splendidi ne sono usciti tantissimi ma sono davvero in pochi ad avere quella miscela di elementi e caratteristiche che distingue dei bravissimi cantanti dai potenziali fuoriclasse. Ieri, su quel palco a cantare un pezzo magnifico di Stevie Wonder c’erano due potenziali fuoriclasse, uno che da sei anni sta cercando di mostrarcelo (con grande successo!) con i suoi album, i suoi pezzi e i suoi concerti, e gli altri che hanno davanti tutti gli anni a venire per costruirsi una carriera che renda onore alle loro doti. Li ho davvero trovati splendidi, bello il mix di voci, bellissimo l’arrangiamento studiato dai The Kolors, insomma se quei due ragazzetti si fossero esibiti sul palco dei Grammy sono certa che non avrebbero affatto sfigurato al cospetto delle star internazionali più famose!

Sempre in tema di duetti mi è piaciuto molto anche quello tra i Dear Jack e Luca Tudisca, quando il cantante della Squadra blu lascia sul comò i quintali di depressione che si porta dietro è in grado anche di trasmettere energia e di essere coinvolgente, quindi pollice in su. Meno entusiasmante il duetto tra Mattia Briga e Il Volo se non altro perché è stato un po’ troppo poco lo spazio riservato al rapper dei Bianchi nel corso dell’esibizione, giusto qualche parola rappata qui e lì ma diciamo che della performance mi ricordo sicuramente più le voci dei tre tenorini (Sì, io sono stata felice che abbiano vinto Sanremo. Sì, li trovo bravissimi. Sì, la canzone è piacevole e ogni tanto me la ascolto. No, non mi sento poco fAiga e poco unconventional nel non accodarmi a chi li prende in giro). Devo dire, però, che ho MOLTO apprezzato l’approccio avuto in settimana da Briga rispetto a questo duetto, l’ho trovato molto professionale, serio e impegnato per farlo uscire al meglio, probabilmente il mix tra due generi così tanto distanti era un azzardo troppo grande e difatti alla fine l’incisività di Briga nella performance complessiva è stata molto limitata però ho apprezzato molto l’approccio di Mattia. Lui nel suo è bravo, ha un suo perché, se inizierà a lavorare SEMPRE con questa serietà e senza fare lo spaccone o il superiore credo davvero che riuscirà ad avvicinare molta più gente alla sua musica.

Il duetto che proprio non mi è garbato è quello tra Fedez e Valentina Tesio. Oh, a me Valentina non piace. Oltre ad una naturale solidarietà verso una ragazza del #teamSovrappeso come me costretta a vestirsi di bianco in mondovisione non riesco a provare altra empatia nei suoi riguardi. Non mi emoziona, non mi coinvolge e, peraltro, mi sembra davvero, chiudendo gli occhi, di sentire una brutta copia di Emma Marrone. E se le copie non vanno mai bene le brutte copie vanno ancora peggio, quindi per me è proprio un no.

Molto “in palla” tra i ballerini Klaudia Pepa e Virginia Tomarchio, sempre impeccabili e piacevoli da guardare, un po’ in ombra e troppo poco utilizzato Cristian Lo Presti che comunque quando è stato chiamato in causa se l’è cavata egregiamente come al solito mentre continua ad essere, a mio avvisto ingiustamente, sottovalutato il potenziale di Giorgio Albanese. Cioè, boh, ho come l’impressione che nel corso di questo serale ci sia stata un’opera di ridimensionamento di Giorgio assolutamente inspiegabile e ingiusta. Per me nel complesso è e resta quello che meriterebbe la vittoria nel circuito ballo e mi farebbe piacere se una volta tanto si spendessero due parole in più su un ragazzo enormemente talentuoso il cui unico difetto (che poi è un difetto giusto se ti trovi ad Amici) è quello di essere chiuso, introverso e poco incline a raccontarci i suoi cazzi, le sue disgrazie e i suoi tormenti. Giorgio le sue emozioni le esprime tutte in quei pochi minuti di coreografia e trovo assurdo che nessuno si alzi in piedi ad applaudirlo per questo. Perché è questo e solo questo ciò che dovrebbe fare un ballerino.

Su Shaila Gatta cosa dire, ragazzina carina, solare, brava in alcuni stili ma arrivati a questo punto la sua eliminazione non  lascia spazio a recriminazioni, era tra le meno forti e trovo giusto siano rimasti gli altri piuttosto che lei (io al massimo avrei eliminato prima Valentina, ma trattasi puramente di gusto personale).

Ecco, arrivati a questo punto credo mi tocchi dire la mia sul polemicozzo finale e cercherò di spiegarmi nella maniera più chiara che mi riesce. Dunque: io odio l’utilizzo di temi sociali o di argomenti “sensibili” in programmi in cui c’è una competizione. Lo si può fare con le intenzioni migliori del mondo, lo si può fare perché davvero è una cosa che “si sente” e si vorrebbe comunicare in musica però, secondo me, ci sono contesti e contesti e situazioni e situazioni e all’interno di una gara a punti l’utilizzo di temi sociali o sensibili comporta sempre l’enorme rischio di essere percepito come una paraculata. Lo stesso discorso lo applico praticamente al 90% delle coreografie di Peparini che quest’anno trovo davvero a tratti irritanti. Sì, in generale è bello affrontare temi sociali ma Amici è una gara, è una competizione, è una sfida in cui si mira a prendere il punto, i temi sociali li lascerei ad altri contesti in cui il rischio di fraintendimento non c’è o è comunque minore. E’ un po’ il discorso che mi sono trovata a fare qualche settimana fa per The Voice riguardo a Dany Petrarulo, il concorrente nato in un corpo da donna e ora in fase di transizione per diventare uomo a tutti gli effetti, che in tre performance sul palco di The Voice ha sempre scelto pezzi che comunque rimarcavano questa sua condizione personale dando quindi l’idea di “sfruttare” un po’ il suo vissuto per avere “una marcia in più” – quantomeno a livello di impatto emotivo sul pubblico – rispetto agli altri. Ecco, a me queste cose non piacciono.

Detto ciò Loredana Bertè ha sbagliato per almeno due motivi: il primo è il limitare il discorso solo alla performance di Briga quando invece se hai quel pensiero avresti dovuto farlo presente anche con riguardo a quasi tutte le coreografie di Peparini perché il concetto di fondo è lo stesso e se non lo condividi per Briga devi – per coerenza – non condividerlo per tutti, il secondo motivo sono i modi sempre inopportunamente sopra le righe. Ma del resto la Bertè è così e chi l’ha scelta come giudice sapeva benissimo a cosa andava incontro. In tutto ciò pur non avendo gradito particolarmente quella performance di Briga devo dire che ho comunque trovato molto belle le parole che ha scritto per la parte iniziale e, soprattutto, ho ancora una volta notato una sorta di “crescita” proprio a livello umano e comportamentale in Mattia che è riuscito a mantenere la calma e ad incassare le critiche (anche quelle oggettivamente fuori luogo) con eleganza e misura. Insomma in questa polemicozza non è tutto da buttare, quello che indubbiamente salvo è questa nuova versione di Mattia Briga. Una versione che in tutta onestà inizia a piacermi molto.

E dopo tutto questo pippone di questa serata mi resteranno comunque tre cose:

– i The Kolors che spaccano anche cantando in italiano e riescono a rendere attuale e figo un pezzo di 50 anni fa

– lo sguardo “magnum” della DeFy del quale voglio il poster da appendere sopra il letto in maniera tale che sia la prima cosa che veda ogni giorno per tutti i giorni a venire

– l’emozione e la commozione di un ragazzino del 1988 che con pochissime parole, parole semplici e dirette, ci ricorda che dietro le apparenze, le maschere e le competizioni che ogni giorno sembriamo costretti a dover vincere c’è qualcosa di molto più profondo e vero, che ci rende tutti uguali. ” Credo negli esseri umani.  Credo negli esseri umani che hanno coraggio, coraggio di essere umani

About Isa

33 commenti

  1. A me di Imagine non é piaciuta proprio la parte cantata. L’introduzione poteva pure andate, ma è nel complesso che non mi ha colpito, non era una canzone per lui..

  2. Ho recuperato (a tratti) la puntata di ieri sera (mandando avanti le coreografie di Peparini che ODIO e GRAZIE per aver espresso a pieno il mio pensiero) e ,come sempre, condivido il pensiero sui The Kolors.

    Molto bello il duetto con Marco, tra l’altro, come hai detto tu, duettare con lui è difficilissimo e chiunque lo abbia fatto in questi anni di ospitate ha solo fatto figure di mer*a dimostrandosi inferiore e limitato vocalmente, mentre Stash è stato perfettamente all’altezza.
    Sui The Kolors ho poco da dire, nel senso che sono perfetti (come lo era Marco ad Xfactor, e infatti dopo Marco sono gli unici partecipanti di un talent che trovo interessanti), l’unico appunto che ho da fare è ad Elisa: vorrei sentirli più spesso in Italiano, perchè il cantare sempre e solo in Inglese li limita molto con il pubblico. Inoltre non capisco perchè gli ospiti debbano sempre adattarsi a loro e non il contrario , sembra che non siano capaci di cantare in Italiano e questo non è vero. Ma il messaggio che passa è questo, e me la prendo unicamente con Elisa su questo fatto.

    Diatriba Bertè-Briga- Emma: Nonostante il mio odio per la Marrone, ho capito quello che voleva fare e ,nonostante la ritengo paracula,populista e qualunquista in modo disgustoso, non penso volesse strumentalizzare le morti di nessuno, anzì questa volta mi è sembrata in buona fede. Il problema è un altro:
    1-Scegli un’altra canzone: Io non sono una di quelle che ritiene vi siano un tot di canzoni intoccabili e bla bla bla, penso che nella storia della musica vi sia solo UNA canzone intoccabile, ed è Imagine. Ha un testo talmente intenso,profondo e bello che non va cambiata una sola parola.
    2-Il “”rap”” di Briga. Basta con questa storia che lui è un rapper. Musicalmente parlando, ha fatto schifo. Quindi non solo rovini il testo di un pezzo perfetto ma lo fai pure male. Non me ne capacito.

    Poi vabbè lui è stato zitto perchè Maria lo ha zittito, ma appena ha parlato ha tirato fuori 3 frasi una più saccente e presuntuosa dell’altra. A me lui non sta antipatico, ma è di una arroganza detestabile. Se poi lo affianchi ad Emma ciao.

  3. Ohhhhhhhhhhhhhhhh isaaaaa finalmente ho trovato una che la pensa come me su valentinaaaaa
    Ė da quando ē iniziato il serale che dico a tutti che a me nn piace e tutti mi chiedono “oh ma che ti ha fatto sta Valentina?” Hahahahaha
    Ma il,punto ė che NON MI PIACE, PUNTO.
    NN mi piace ciò che canta, nn mi piace come canta, nn mi piace come (non) si muove , non mi emoziona, non mi dice NIENTE.
    per me infatti ė stato SCANDALOSO che abbiano salvato lei e non PAOLA!!!!!!
    per me la prox ad essere eliminata dovrebbe essere proprio Valentina!!!!!
    La bertè manco la commento…
    Capisco che hai una carriera alle spalle e che sei una persona diretta e schietta ma dire ad un ragazzo che ti può venire figlio “HAI ROTTO CON LE TUE BARRE DEL CAZZO” mi sembra DAVVERO davvero ESAGERATO!!! O.o
    Dell’AMORE MIO MARCO MENGONI che dire,,..
    STUPENDO COME SEMPRE a parte quella giacca che non gli rendeva affatto giustizia! 😀
    Cmq per m devono vincere i THE KOLORS.
    Però é solo una mia impressione o ogni volta che STASH canta la sua voce é ritoccata con degli effetti ???
    Perché così non vale!!
    Ovviamente nn mi riferisco all’effetto palese di ieri fatto apposta ma ad una sorta di “rimbombo” nn so come dire che sento ogni volta che canta ! Oppure dovrei pensare che canta in playback?

    • Senza star li tanto ad entrare nel tecnico, Stash spesso utilizza una specie di effetto chorus/harmonizer sulla voce che viene modulato in real time. Non vedo dove sia il problema.
      In qualsiasi produzione di un certo livello sono presenti riverberi, echi etc. Il loro sound è molto anni 80 e in questo periodo l’utilizzo pesante di reverberi ed effetti sia sulla voce che sulla parte musicale è comunissimo. Prendi i Duran Duran e ascolta “I don’t want your love” per esempio. La voce di Simon, utilizza un effetto simile ( flanger ) in quasi tutte le parti. Piu’ una serie di armonizzazioni vocali utilizzando la sua stessa voce nelle varie parti.

      Se Stash potesse utilizzare dei veri coristi quelle parti sarebbero cantate da loro.

      Ue gente, questo canta Stevie Wonder, Michael jackson, Bruno Mars e non sfigura. Negli alti tiene di brutto non solo ma riesce anche a dare quel graffio alla voce che lo rende piuttosto riconoscibile.

  4. una clausura forzata, la mia (lo dico prima, eh) antipatia per emma, e la mia assoluta devozione ai beatles (nonostante l’età relativamente giovane) potrebbero influenzare la mia opinione: quella pazza della bertè ha ragione. non ci si accosta a un pezzo epico come imagine pensando di poterlo cambiare. denota presunzione. e pure ignoranza. ma da emma non vedo cosa ci si possa aspettare: una miracolata, che canta male, e ragiona peggio. se funziona, evidentemente, c’avrà ragione lei. ma devo dire che io mi sento, orgogliosamente, dalla parte dei diversi. mica lei, sotto contratto con una major e che fa pure l’alternativa offesa. antipaticissimo il suo protetto, ma del resto fra simili ci si incontra. e ci si spalleggia pure. povera patria.

    • Concordo pienamente. Emma è arrogante, presuntuosa, crede di potersi permettere di tutto e non è affatto così. Per me la performance di ieri è stata a dir poco ridicola, anche se non ho amato i modi della Bertè che aveva ragione si,ma è stata veramente offensiva

  5. (i versi sulla tragedia dei naufraghi: ci stanno mangiando tutti, perché prendersela proprio con la povera, libera, incompresa emma. se fanno pena gli altri, non vedo perché lei non possa farlo).

  6. Dopo l’esibizione di MengoniI e i the Kolors tutti sembravano dei principianti, sono stati superlativi: hanno entrambi quel qualcosa in più rispetto agli altri partecipanti dei vari talent; Alessandra Amoroso ha una voce bella e particolare, ma il fatto di non scrivere testi e di non suonare alcun strumento la penalizza

  7. Emma fa e dice le cose solo per farle notare. Ieri quando faceva la scena dell’offesa/indignata e Maria le consigliava di prendersi due minuti ( proposta immediatamente rifiutata perché il teatrino doveva essere fatto davanti al pubblico) lei con quel tono da eroina/santa “in questo momento c’è una ragazza lì fuori che aspetta da mezz’ora ed è la cosa più importante, più importante di me stessa…” (insomma qualcosa del genere non ricordo bene)…..ma va’ va’….se fai davvero un gesto per qualcuno non c’è bisogno di rimarcarlo eh….

  8. Mi spiace, ma per me la Bertè nella sostanza aveva ragione. Premetto che io non vado pazza per i Beatles (anzi, non mi dilungo sul tema per non creare polemiche, ma basti appunto sapere che non parlo perché indosso un paraocchi), ma oggettivamente è stato un azzardo approcciarsi ad una canzone come Imagine pretendendo di modificarla per farla propria in questo modo. Il risultato non è stato convincente neanche sotto il profilo qualitativo e della resa, quindi era più che prevedibile che anche a livello emozionale potesse non suscitare alcuna empatia.
    A mio parere un po’ (tanto) paraculata lo è stata… come dice Isa, Amici è spezzettato in mini gare a punti, per cui è ovvio che portare in scena drammi così recenti e che hanno sollevato tanto clamore mediatico possa suscitare nei giudici e nel pubblico il lecito dubbio che ci possa essere un intento “speculativo” .
    D’altro canto però va anche detto che per quanto la competizione si faccia sentire, in palio nei fatti c’era una partita, non il premio Nobel, quindi forse andare a cercare del marcio quando il gioco non vale palesemente la candela dimostra una buona dose di mala fede da parte di chi muove la critica.

    Insomma, la vicenda si può analizzare sotto diversi aspetti, non credo possano esser biasimati più di tanto né la Marrone e Briga né la Bertè (anche se quest’ultima, francamente, avrebbe potuto risparmiarsi i vari “Hai rotto con le tue barre del ca…” e cose varie). Emma invece trovo non abbia assunto un atteggiamento idoneo alla polemica che era stata imbastita, si è arroccata sulle sue e ha assunto un cipiglio pieno di sdegno che non è valso né a spiegare validamente le ragioni della sua scelta né ad uscire dall’imbarazzo generale. A me lei non piace per nulla come artista (concordo con chi dice che sia una miracolata del settore, dato che per me nel 90% del tempo urla/ raglia/ sbraita ma assolutamente NON canta) e ritengo che come persona abbia una quantità di spocchia allucinante (ho riso malamente le poche volte che ho visto i daily e se ne usciva sempre con perle del calibro di: “Eeeh, quando ho fatto Amici io….”)

  9. Io invece una crescita la vedo nei The Kolors, che personalmente inizio a trovare interessanti, anche se inutilmente pompati in quello studio. Non tutte le performance, specie nelle scorse puntate, erano così di livello, per me, MA, è indubbio che stiano per ora facendo il miglior serale. Però la colpa è anche di Emma e il merito è anche di Elisa.
    Sulle polemiche della Bertè siamo sempre allo stesso punto, non si riesce a dire che abbia solo torto o solo ragione, però siccome l’accanimento è su Briga passa dalla parte del torto.
    Quando Saviano usa le parole di uno scrittore famoso per parlare di una guerra civile in Africa non sta strumentalizzando i testi sacri per lanciare un messaggio sull’attualità?
    Per quale motivo si può rappare su Mozart e non su Lennon? Non c’è un perché.
    Anzi, per me Lennon o Cotugno sono ugualmente a disposizione di tutti, anche di Emma, anche del sabato sera di Canale5. Loredana mischia giudizi condivisibili a fregnacce che suonano bene.
    Pure i Muse hanno usato inserti di musica classica ed hanno fatto benissimo.
    Ci sono artisti che fanno versioni allucinate dei lied di Schubert e pure la sua Ave Maria non era la Madonna: qualcuno c’ha messo le sue barre del cazzo. Ok, in un caso parliamo di un pezzo molto più importante di Imagine e nell’altro di una mezza poracciata, ma non importa, rimaniamo sul pezzo.
    Per lei Luca è moscio? Ci sta e sono d’accordo. Per lei Briga non è un rapper? Ci sta e non penso sia importante. Per lei Briga è un cinico che sa il prezzo di tutto, ma di niente il valore? Va bene, avrà a disposizione informazioni che noi non abbiamo, pur guardando il quotidiano da mesi. Io non lo so.
    Ma: vuol dire che John Lennon non si tocca o che non si strumentalizzano le tragedie?
    Beh allora sai che c’è? Chiudiamo baracca e burattini, non andiamo al Costanzo Show, facciamo che dice Loredana quel che si può fare e quello che non si può fare. Anzi no, interrompiamo le trasmissioni di tutto il mondo.
    L’idea è di Emma, l’idea è perfettamente in linea con l’andazzo della trasmissione, con la televisione di Costanzo e della De Filippi, le due mani tese, credo peraltro che l’intenzione non fosse strumentalizzare i morti, consapevolmente, ma piuttosto ‘lanciare un messaggio sociale’, come fanno gli artisti che ‘lanciano messaggi sociali’.
    Loredana mi pare un’ipocrita che chiude gli occhi e vede bene a seconda della convenienza, sclera o rimane lucida a seconda del concorrente. Per Loredana Emma è un ‘cavallo di razza’, questo è scritto. E Emma, come Alessandra, come tanti altri, canta le canzoni che canta. Quindi mo è inutile che fa la sofisticata.
    DETTO QUESTO è anche vero che è utile, è anche vero che i giudici mosci degli anni scorsi avevano rotto le scatole, davvero. Meno male che c’è Loredana, purtroppo però è una fanboy dei The Kolors e non ci sono Loredane per Briga, quindi sta andando al contrario di come molti sospettavano sarebbe andata.

  10. Lo voglio difendere io Briga, cercando di essere il più equo possibile:
    Briga è il personaggio più importante di quest’anno, trovo che stia facendo bene i pezzi retrò, diciamo così, più d’impatto questi di quelli di Grignani (secondo me pure con Celentano avrebbe fatto la sua porca figura) però ricapitoliamo:
    arriva ad Amici dopo aver conquistato la popolarità su Internet facendo pezzi di pop rap, timido rap, chiamatelo come vi pare, non voglio parlare di classificazioni e di sottogenere, comunque qualcosa che ha senso e che negli Stati Uniti va alla grande. Sfrontato, ma sensibile opinion leader per teenager. Beh qual è il problema? Nel mondo e in Italia c’è spazio anche per questo. Così come c’è spazio per un gruppo poprock che canta in inglese nonostante, a ben pensarci, non c’è proprio nessun motivo per ascoltare loro piuttosto che i meglio della scena americana ed inglese. Nessuno. È chiaramente il più amato dal pubblico.
    Poi i The Kolors scelgono Elisa quindi lui, indipendentemente dalle sue volontà, DEVE scegliere Emma.
    Emma, che secondo me è quella che fa meglio quel che deve fare tra tutti quelli usciti da Amici, è la sagra paesana, mentre Elisa è una wicca ritardata quasi londinese (sembra un insulto, ma non lo è!), quindi farà sempre la sua porca figura, lì dentro. Briga gareggia contro Elisa e, in parte, per quel che è andato finora in onda, anche contro Emma. Già i The Kolors sono bravi, figuriamoci a queste condizioni.
    Così come Giorgio e quello che sta con Virginia sono a tratti ostacolati da Peparini. Ma non è colpa loro!
    Giorgio ad esempio è passato dall’essere cazzuto, all’esser cazzuto ma fragile, ed ormai mi sembra sempre più un apostrofo rosa. D’altronde quello deve fare Peparini. Tutti contro Peparini, ma se il format lo vendono all’estero è anche grazie alle sue coreografie.
    Questo a difesa di Briga. Ma anche di Emma.
    In sintesi: il grosso della colpa è di Elisa, ma i bianchi sapranno riprendersi.

  11. Ho rivisto tutto. Adesso ne sono certo: tifo i bianchi.
    Emma sta facendo un buon lavoro, si sbatte, rincorre e poi credo alla sua buona fede.
    Elisa mi sta qua. Sempre ad intromettersi per difendere Giorgio, tutta la settimana a criticare Shaila quando s’è raccattata Michele. Elisa che pensa la vittoria le sia dovuta, solo perché ha fatto qualche canzone decente, tornasse nel buio da cui è venuta.
    E Briga domina.
    Briga e Klaudia i miei vincitori, ma non ha mai vinto un gruppo, quindi nonostante tutto potrebbero vincere i The Kolors, ovvero un gruppo buono per il secondo posto ad X Factor.

  12. parla di te? ma 900 morti non son me te tutti?di cosa dovrebbe parlar uno che parla con la musica?di cosa parlava lennon?e il live aid ,cavalcò la carestia etiopica,il live aid? e il concerto per il terremoto in emilia?quanti morti cavalcò quel concerto?e renga che non vuol contaminazioni?e renga che si affianca ad uno sclero insensato?e tutti a baciar croci negli appositi spazi.che loredana e renga si tolgano i crocifissi penzolanti da orecchini e bracciali.blasfemi che non son altro.
    +briga con la faccia di chi non sa che vuole,di chi non sa che dice,di chi non sa dove va.è inutile.per ascoltarlo,non lo devo guardare.ma,poi, non mi piace lo stesso.
    +emma si assume la responsabilità?briga nascosto dietro mammà?ma non era lui quello che, cabasisi di ferro,urlò che celentano MAI?

    • Hai ragione, poteva mentire. Poteva dire che era una sua idea. Ma poteva anche dire la verità: mi hanno chiesto di fare una cosa e l’ho fatta, come tutti gli altri. E poi aggiungere: l’ho trovata un’idea interessante, non aveva senso opporsi come in altre occasioni, perché guarda Fibra e guarda Fedez, è per una buona causa. Per due buone cause.
      E infine: Loredana, Francesco, io faccio il mio, come voi fate e il vostro. Facciamo tutti e tre un po schifo, ma abbiamo tutti e tre senso.
      Invece non l’ha fatto perché Maria non era d’accordo e lui è lì per vendere dischi.
      Ma se continuano così lo azzopperanno, gli toglieranno ogni dignità, lanceranno un messaggio chiaro a tutte le nuove Lily Allen: la televisione non vuole un’alleanza, cerca solo di ribadire la sua centralità (?). Guardate cosa ne facciamo delle vostre visualizzazioni sul tubo, dei like su FB, tornatene da dove sei venuto Fedez. Faremo di te un caso umano, un perseguitato, uno che canta ninnananne, un Gerardo Pulli. Abbiamo già la nostra web star: Francesco Sole.
      Ma perché? E infatti non è così. È Loredana che vuole fare la rocker. Renga che parla a nome di, ma che è sempre stato uno che se la crede.
      Qual è il principale pregio di Lennon, quello che fa di Lennon Lennon? I Beatles. E cosa fa dei Beatles i Beatles? Le vendite.
      Poi per carità, belle canzoni, un grandissimo impatto, ma così stanno le cose, per me. Loredana l’anticonformista.

  13. Qua non si tratta di chi deve vincere e nemmeno di come far vincere qualcuno, il punto è che lo stanno trattando come un sacco di *****, televisivamente funziona e va bene, ma di solito questo genere di vittorie non assicurano una sfolgorante carriera, quindi cambierei registro ad una certa. Lo metterei in luce, farei capire che se arriverà in fondo è anche perché ha un suo perché, se no davvero si tratta di sfruttamento. Perché tutti ossequiosi con le case discografiche, le vecchie glorie, ma poi l’accanimento sul tizio che mette un video su Youtube. Bah!
    (E non sto dicendo che Briga sia Fedez o Lily Allen)
    Poi camminerà con le sue gambe, cioè secondo me non camminerà molto, ma questo è un altro discorso. Facendo le cose per bene potrebbe fare qualche metro. Come i The Kolors. Poi chissà, tutto può accadere.

    • Sul fatto che devono metterlo in luce o fa la stessa fine di Pulli, sono d’accordo. Ma la colpa è di Emma. L’ho detto dal giorno in cui lui ha scelto lei che lo avrebbe rovinato.
      Lo so che lui “non aveva scelta” perchè Stash aveva scelto Elisa, ma se uno vuole pensare alla carriera e non alla vittoria di Amici se ne frega e va da quella che lo può aiutare in un futuro. Ha scelto Emma probabilmente anche ingenuamente, pensando che tanto avrebbe fatto quello che voleva, e invece no. Emma è mille volte più presuntuosa di lui e in quella trasmissione ha troppo potere (giusto là dentro, visto che fuori Amici è odiata).
      A me dispiace per lui, perchè non mi sta antipatico, e sicuramente questa trasmissione la vincerà anche, ma si è rovinato.

  14. la mano di marì sul braccio di briga.la mano di marì lo trattiene dal dire la più banale delle cose:la sua verità.quella che fa incacchiare loredana.quella che fa piangere emma.quella che briga,a ben pensarci,non ha difeso mai.neanche quando non c’era la mano di marì a trattenerlo per il braccio.
    +per quanto mi riguarda,lo sbaglio non fu lo sputacchiar su celentano. ma quello di non poterselo permettere.e,dopo, di non andar fino in fondo.ma ,ovviamente,quel che mi riguarda non fa testo.era solo per dire.
    +briga venderà dischi per aver fatto il bravo?per esser stato zitto?per non aver detto la sua?per non aver toccato chi marì non vuole?allora,chiedo scusa.a briga.io ,avevo capito che le ragazzine urlanti si sgolassero a veder uno che si sforza di far l’ anticonformista.
    +il pezzo parlato l’ho trovato di una banalità sconcertante.la prossima volta,scriviglielo tu.che è meglio.

    • Briga venderà? A te importa? A me no. Comunque è una contraddizione solo apparente. E poi: per quale motivo doveva difenderla? Sono settimane che si trascina dubbioso d’omaggio in omaggio. L’idea degli omaggi è giusta, ma lo sa Emma, Briga è lì per impararlo. I Kolors sono Le Donatella (però bravi anche in italiano), Loredana diventa una miscela di Emma e Morgan quando giudica il Ballo, Briga dovrebbe vincere Amici, se la smettessero di sentire questo senso d’inferiorità nei confronti di X Factor, ma con quella storia di Celentano si è creato molti nemici tra i vecchi arnesi e i finti giovani che infestano la scena musicale italiana, una colonia diec’anni in ritardo . Ma non parliamo di banalità, che è meglio.
      Però se ho capito bene un giovane biologo non può rifiutarsi di fare un lavori di ricerca basato sulle idee di un barone della fisica.
      Ed è vero, non può. Deve dire: prego badrone, vuole che le lecchi le scarpe. Che emozione leccarle le scarpe.
      Adesso ti pulisco anche il tinello, gratis, faccio qualche ora extra perché tu te lo meriti, perché si fa così. L’hai fatto tu, lo faccio io.
      Ed è vero, ma io non ci sto!

  15. Il punto è che devono assegnare più punti a Briga, perché è l’altro finalista, perché è stato il più utile per mesi. Il mio problema vero è Renga. Renga non va bene.

  16. I Kolors sono una spanna sopra, il duetto con Mengoni è stato bellerrimo *__*
    Valentina non mi piace proprio, ha qualcosa che mi disturba.
    Virgina sta uscendo benissimo in questo serale, ma Giorgio è sempre il mio preferito: trattao a pesci in faccia nonotante la bella esibizione. Povero, doveva farsi una storiella con qualcuna della scuola per aver considerazione. Cristian per me è sopravvalutato tantissimo, non h nessuna dote che lo faccia spiccare. Klaudia è una professionista, bravissima, e da quando ha litigato con Peparini Bro. mi sta pure simpatica.
    Le corografi political correct/mucca assassina/ circo orfei/pendaglio da forca mi hanno stufato, non si capisce nulla, non valorizzano i ballerini. Ridatemi la Cele.

  17. o fatina turchina regalami un serale emma free. non ne posso più. possibile che riesca sempre ad essere così banale? in quello che fa, in quello che dice. sempre autoreferenziale. ogni frase inizia con IO. La canzone imagine con il Rap di Briga era terribile da tutti i punti di vista. ma poi le opzioni sono due: o era ignoranza o era para…..aggine. poco da stare allegri.

  18. Briga all inizio non la voleva fare e ha espresso a Emma le perplessità che poi si sono confermate in prova. Che deve fare anche lui poraccio? Non solo si crede brava a cantare ora si crede pure una produttrice…o signuuuur!!!!

    La Bertè a 65 anni non è ancora capace di stare al mondo e vuole fare anche la maestrina moralista de sta ceppa. Quando è la prima a ca*arti in testa appena ti giri. La nonna che tutti vorrebbero… una pazza asociale.

  19. Io sono sempre in difficoltà quando devo esprimere un parere su un serale di Amici. Perchè parto con l’erroneo presupposto di star giudicando un talent. Vorrei giudicare le esibizioni, chi ha cantato bene, chi no, chi balla bene, chi non mi piace, chi penso che abbia il talento per andare avanti. E invece non riesco a scindere il discorso talent dal contesto; e finisce che si guarda Amici con lo stesso occhio di quando si guarda uomini e donne. Il tutto diventa molto triste. Mi illudo comunque di poter fare un discorso solo di talento e di gusti personalissimi: per me i Kolors valgono. Un loro cd me lo comprerei e mi andrei a sentire anche un loro concerto (dopotutto non li prendono proprio al mercato quelli che devono aprire i concerti di Paolo Nutini…). Per il resto la classe di canto è zero, Valentina, concordo al 100% con Isa, mi urta; non mi piace, anzi, mi infastidisce quando canta. Preferivo di gran lunga Paola, ma pure lei l’avrei solo fatta uscire dopo Valentina, ma non è che mi entusiasmasse poi così tanto. Giorgio, Klaudia e Virginia sono tre ballerini forti, se la possono giocare.

    Per entrare nel merito della polemica, e facendo sempre uno sforzo per commentare con distacco e eliminando gli occhiali da uomini e donne, che pure sono tentatissima di indossare, ho trovato che Emma l’abbia fatta fuori dal vaso. Ma allo stesso modo la Bertè con il suo commento. Quello scempio di Imagine (che è di Lennon, e solo di Lennon e non ha nulla a che vedere con i Beatles, questo giusto come puntualizzazione da rompicoglioni), che hanno prodotto la Marrone e Briga non mi è sembrato una paraculata, né una mancanza di rispetto: è semplicemente stato uno schifo perché Emma è priva di gusto in tutto quello che fa, Briga è convinto di portare grandi verità con rime originalissime, e il risultato è che hanno fatto a brandelli un capolavoro. Ma non perchè fosse intoccabile, ripeto: proprio perchè non sono capaci di mettere le mani su qualcosa e renderla “arte” (nonostante loro ne siano così convinti).
    E questo è allo stesso modo il motivo per cui mi sembra pretestuosa la critica della Berté: io ho provato lo stesso fastidio e lo stesso senso di disagio davanti agli innumerevoli tentativi di contaminazione Marroniani-Brighiani, che però sono stati tanto osannati dalla giuria e dalla stessa Loredana, fino a quando non si è toccato John Lennon. E allora non va bene. Troviamo un filo conduttore, una linea di pensiero univoca. Ma è tutto inutile, sarebbe come chiedere che si giudicassero le esibizioni così per come sono, anzichè fare in modo puntualmente che vincano una volta i blu e una volta i bianchi senza che ci sia bisogno neanche che si esibiscano. Se no ho ragione ha pensare che è tutto uomini e donne, e va bene così. Scema io che me lo guardo pure 😀

    • imagine sì, è solo di john lennon (anche se, da fan accanita, i beatles, tutti e quattro non si toccano, a maggior ragione un pezzo così simbolico, e non per renderlo una sorta di macchietta musicale). e però secondo me certi pezzi no, non vanno affrontati, non per vincere ‘na garetta, perché hanno significato troppo (così come non si scomodano i morti in mare). che emma non se ne renda conto, considerata l’opinione che ho di lei, non mi stupisce affatto. poi credo che questa mia opinione sia dettata dal fatto che di tutto amici, quest’anno, ho recuperato esclusivamente questa breve diatriba, e che del resto non mi interessa (anche perché temo che artisti validi da quello studio non ne siano mai usciti, e mai ne usciranno).

Inserisci un commento

Not using HHVM