Rossana Vasta a IsaeChia.it: “Pensavo che Emanuele D’Avanzo fosse un uomo, invece si è rivelato un ragazzino! Se potessi tornare indietro? Approfondirei la mia conoscenza con Amedeo Andreozzi!”

Tutto si può dire, tranne che questa seconda edizione di Temptation Island non stia tenendo col fiato sospeso un numero inquantificabile di telespettatori che si sono ormai appassionati alle vicende delle coppie presenti nel magnifico resort sardo in cui hanno deciso di mettere alla prova il loro amore. 12 affascinanti tentatori per le fidanzate e 12 bellissime tentatrici per i maschietti sono stati l’ostacolo più grande da superare nei 21 giorni all’interno del villaggio.

Tra le tentatrici che hanno convissuto insieme ai sei fidanzati c’è stata la veneziana Rossana Vasta che, sin da subito, si è approcciata a Emanuele D’Avanzo, col quale sembrava avesse instaurato un ottimo feeling, tanto da far sorgere non poche perplessità alla fidanzata Alessandra De Angelis. Ma poi tutto è cambiato ed Emanuele ha avuto modo di frequentare un’altra tentatrice, la napoletana Fabiola Cimminella, con la quale il D’Avanzo non ha esitato a lasciarsi andare con parole e gesti molto più eloquenti. Proprio questi atteggiamenti hanno spinto Alessandra, nella puntata andata in onda ieri sera, a chiedere un confronto col fidanzato davanti al falò, che avremo modo di vedere martedì prossimo.

Oggi in esclusiva per noi di IsaeChia.it è proprio Rossana a raccontarci la sua esperienza e il rapporto con i suoi compagni d’avventura, Emanuele in primis

Rossana Vasta

Ciao ragazze! Eccomi qui a raccontarvi la mia esperienza a Temptation Island. La proposta di partecipare alla trasmissione mi è arrivata in un momento molto particolare della vita, non lavoravo, ero tornata da qualche mese a casa dei miei genitori dopo una convivenza andata a finire molto male… mi hanno chiamata e ho accettato subito! Mi è sembrata la cosiddetta occasione da cogliere al volo. Avevo voglia di cambiare la mia vita, di prendermi una pausa dal mondo e di conoscere gente nuova, di provare un’esperienza che pochi tra tanti hanno l’opportunità di vivere! Se fossi stata fidanzata non lo so se avrei partecipato col mio compagno, sono gelosa e solo all’idea di vedere il mio fidanzato in mezzo a 12 single tutte molto belle non mi alletterebbe per niente! Però è anche vero che ho avuto modo di capire le dinamiche che ci stanno e forse partecipare a Temptation è una buona occasione per mettersi davvero alla prova. Non accade nulla se non la si vuole fare accadere, non ci sono forzature né da parte dei fidanzati, né da parte dele tentatrici, e se una persona non vuole creare situazioni ambigue non le crea, chi si spinge oltre è perché lo vuole fare davvero. Le dinamiche sono molte, ma ci tengo a precisare che sono tutte create dai partecipanti e non dalla redazione. Ho letto parecchie cose in merito sui social, ma non sono assolutamente vere, Temptation è un programma televisivo e ovviamente la redazione segue e aiuta i protagonisti a gestire la situazione, dandoci magari consigli, ma vi assicuro che nulla che non si voglia fare viene imposto o suggerito!

Io qualche anno fa ero stata a Uomini e Donne come corteggiatrice di Jack Vanore, ma avevo solo 19 anni, probabilmente ero troppo giovane per mettermi in gioco, per cui poco di Rossana in quel contesto è venuto fuori! Essere corteggiatrice ed essere tentatrice hanno in comune che in entrambi in casi si ha la possibilità di corteggiare qualcuno che a te può interessare, l’unica cosa che cambia, per ovvie ragioni, è la tipologia di approccio che si può utilizzare.

Io, nel corso di questa mia avventura in Sardegna, ho avuto modo di ucire più volte con Emanuele D’Avanzo. Sembrava esserci un buon feeling tra di noi, lui è una persona con cui io mi trovavo davvero bene, sentivo sintonia e senz’altro era la persona che più mi interessava per questione di maturità. Manu è un uomo valido e ha molta personalità, vivendolo al di fuori del villaggio, però, ho sempre avuto la sensazione che il nostro forte feeling fosse solo in ambito amichevole, tanto che poi ha preferito approfondire la conoscenza con Fabiola Cimminella. Lui per me era una persona piacevole con cui condividere dei momenti ma tutto lì, anche perché io e Fabiola non abbiamo nulla in comune per cui se lui si è potuto avvicinare anche fisicamente a lei e si è sentito attratto da lei, mai avrei potuto piacergli io davvero!

La puntata che è andata in onda ieri sera mi ha letteralmente stupita! Credevo che Manu fosse un uomo consapevole di se stesso e del proprio rapporto, invece quello che ho visto ieri mi ha fatto cambiare completamente opinione su di lui. Credevo fosse un uomo, invece ho visto un ragazzino debole di fronte alle tentazioni di una persona qualunque. Su di lei non mi esprimo, confermo che siamo nettamente differenti, ma comunque non rimpiango nulla di ciò che ho fatto io e del modo in cui mi sono posta. Se tra di loro fosse nato un amore sarei stata felice, ma la sola idea che ciò che ho visto era fine a se stesso mi fa assolutamente prendere le distanze da lei in quanto donna, ma anche da lui in quanto uomo che poteva interessarmi. Per quanto lo ritenga una persona con dei valori, mi spiace che si sia lasciato andare per debolezza.

Ho avuto modo di rapportarmi con tutti i fidanzati, ho avuto modo di parlare con tutti loro e di condividere con ognuno delle belle sensazioni. Sono stati fantastici e conservo un bellissimo ricordo. Quello che più mi è entrato nel cuore è senza dubbio Gianmarco Valenza: fin dall’inizio abbiamo avuto la giusta sintonia, siamo diventati amici e ad oggi è l’unico con cui ho contatti costanti e abituali… e ne sono davvero felice! Avrei scommesso sulla relazione di Dario Loda e Claudia Merli, ma ancor di più su quella di Teresa Cilia e Salvatore Di Carlo: loro vivono troppo all’unisono, vivono in simbiosi, quindi non poteva che concludersi magnificamente la loro esperienza a Temptation. Certo, speravo che rimanessero nel villaggio per tutti i 21 giorni, ma vista la loro uscita credo che non avrebbero dovuto partecipare, anche se sono felice che lo abbiano fatto perché ho avuto modo di conoscere lui e mi ha fatto una bellissima impressione rispetto all’idea che mi ero fatta quando erano a Uomini e Donne. Loro due sono davvero un’unica cosa e mai al posto loro sarei partita! Di Aurora Betti, Giammi e Giorgio Nehme, beh, che dire?! Ripeto, Giammi è una persona con cui sono molto legata, l’ho visto star male e mi è dispiaciuto molto. Lui è sempre stato onesto e corretto con Aurora. Sempre. Su di lei ho poco da dire, ma ritengo che non sia mai stata davvero innamorata di lui! Non esprimo giudizi sulla sua storia con Giorgio perché tanto è durata giusto il tempo di far parlare di sé: Aurora è una ragazza piena di sé, molto sicura, si è giocata tutte le carte per potersi creare una certa notorietà!

In merito alle mie compagne d’avventura, le altre tentatrici, beh, eravamo molto diverse tra noi, con alcune non ho avuto feeling per niente, invece ho legato molto con Laura e Roberta, che erano in camera con me! Grande amicizia si è creata con Valeria Ancona e ho un bellissimo rapporto con Daniela. Sulle altre non esprimo giudizi!

Il ricordo più bello che mi porto dietro, sembra strano, è una serata in cui ho avuto una discussione con Amedeo Andreozzi. Ritengo sia il ricordo più bello non tanto per la qualità del momento ma per la quantità di verità che sono venute fuori. Tornassi indietro farei tutto ciò che ho fatto ma sicuramente proverei ad approfondire la mia conoscenza con Ame… purtroppo molti erano i pregiudizi che avevo e questo ha fatto sì che io non fossi assolutamente obiettiva nei suoi confronti! Per il resto è stata una gran bella esperienza da cui ho tratto davvero molto! Sono una persona che in tutto mette sentimento e sono felice di aver conosciuto persone che oggi fanno parte della mia vita.

Se mi proponessero il trono di Uomini e Donne? Senz’altro accetterei subito!

Un saluto a voi e a tutti i vostri utenti! Siete magnifiche e davvero molto molto in gamba! Un bacione da Ross

About Franci

8 commenti

  1. Ame Giammi Manu… e che è??????? stavi anche masticando una chewingum mentre scrivevi?

  2. Per la serie: se non è zuppa è pan bagnato. Se non e Manu è Ame. Purché non siano poracci anonimi va bene tutto.

  3. Eccone un’altra colpita dal fascino del pesantone. Cchiummo-man alias Ame.

  4. questa è stata gentilmente snobbata dal D’Avanzo.

  5. giammi…. *faccinachesviene*

    comunque, io ho avuto la netta impressione che emanuele l’abbia gentilmente accantonata non appena ha avuto la disponibilità di fabiola (e che un po’ non vedesse l’ora)
    e che ne sia nato un qui pro quo che mi sarebbe piaciuto vedere
    (quando emanuele diceva “perché non devo dire / mi devo far problemi se mi trovo meglio con una persona che con un’altra” la destinataria ideale della frase non era alessandra, ma lei)

    ps. ragazz*, attenzione: da oggi in poi sappiamo come chiamarli: consigli!

Inserisci un commento

Not using HHVM