Valeria Marini: “Non sono più una bambola per nessuno!”

Chi

Prima la morte del padre, poi la fine del matrimonio con Giovanni Cottone a meno di un anno dalla celebrazione, poi annullato dalla Sacra Rota: gli ultimi due anni per Valeria Marini sono stati davvero difficili. “Sto cercando di ritrovare la felicità e l’equilibrio dopo un periodo senza respiro in cui improvvisamente mi è mancato tutto. Ma la vita è bella, ho imparato a superare ostacoli e problemi, anche se creati da altri, senza perdere l’ottimismo“. Quando le si chiede se crede ancora negli uomini, dato che a quanto ci risulta sta frequentando Antonio Brosio, l’ex naufraga dell‘Isola dei famosi risponde: “Sono diventata più diffidente. Negli affetti e sul piano personale non ho ancora avuto la fortuna che ho avuto sul lavoro. Siamo noi donne a decidere come farci corteggiare! Mi seducono la sensibilità, la passione, la dolcezza, la sincerità, ma soprattutto la riservatezza e l’affidabilità. Sono certa che arriverà la persona giusta, credo ancora nell’amore vero. A volte sono troppo ingenua, ma non per superficialità, ma perché penso che il mio prossimo sia come me e credo nel lato positivo delle persone“. Allora quando le si chiede più nel dettaglio di descrivere il suo rapporto con Brosio, la protagonista di Notti sul ghiaccio aggiunge: “Ci siamo incontrati in chiesa un anno fa, ero andata a pregare per il mio papà, nel momento difficile in cui mi stavo separando. Prego sempre per mio padre, sento la sua mano sulla spalla. Abbiamo alcuni punti in comune, soprattutto la fede“. E quando le si fa notare che la celebrazione del matrimonio (particolarmente fastosa) le è costata molto, Valeria osserva: “Non conta solo l’aspetto materiale. Ho perso tanto economicamente, ma sono stata danneggiata anche moralmente. Alla fine ho reagito, combattuto e vinto“. E quando le si chiede se è vero che ha litigato con il suo testimone di nozze, Gigi D’Alessio, risponde: “Gigi è una persona che stimo, sono legata a lui ed Anna Tatangelo da un rapporto di affetto. Lui ha avuto la sua bufera e io la mia, ma l’amicizia ha un valore immenso e tutti i problemi si possono risolvere“. Quando le si chiede se adotterebbe dei bambini, la Valeriona nazionale confessa: “Sono favorevole alle adozioni, anche se per me un bambino ha bisogno di serenità, di una mamma e un papà. Se trovassi l’uomo giusto, vorrei avere un figlio a tutti i costi, ma questo non esclude l’adozione: crescere un bambino sfortunato e dargli la possibilità di vivere quello che la vita non gli ha dato è bellissimo“. Infine, le si chiede cosa pensa quando esce dai panni della ‘bambolona’, conclude: “Dopo quello che mi è successo, ho smesso di avere la sindrome di Cappuccetto rosso che finisce nella bocca del lupo, non sono più una bambola per nessuno!“.

Fonte: Chi

About Edicola

2 commenti

  1. Tutta la panzetta se l’è magnata Photoshop!

  2. 1) chi è Antonio Brosio, mica lo ricrdo a UD
    2) Fotosciòp èsi è suicidato dopo l’iperlavoro a cui è stato sottoposto
    3)Bambola…che capolavoro, una roba da premio Ignobel.

Inserisci un commento

Not using HHVM