Antonella Clerici: “Mia figlia Maelle va a scuola e io…Torno a Ti lascio una canzone!”

Top

Antonella Clerici è pronta per tornare alla conduzione di Ti lascio una canzone, il suo talent di giovanissimi talenti che è rimasto fermo per un po’. Ma gli autori hanno sfruttato la pausa per apportare delle modifiche: “Abbiamo cercato di ammodernarlo e di renderlo ancora di più al passo con i tempi. Il nostro programma ha scovato più talenti di ogni altro show: Il Volo, un fenomeno mondiale, Andrea Faustini, che ha spopolato a X Factor UK, Vincenzo Cantiello, che ha trionfato all’ultima edizione dello Junior Eurovision Song Contest, Mattia Lever, approdato alla finale di The Voice of Italy. Era giusto che fossimo proprio noi, che abbiamo scoperto questi talenti, a dare loro una seconda importante opportunità: dopo la mezzanotte, in ogni puntata abbiamo un talent che vede in gara i nostri ex protagonisti, che oggi sono diventati maggiorenni. La posta in palio sarà davvero allettante, ovvero un contratto discografico. Quanto ai baby talenti, abbiamo tenuto conto anche delle nuove tendenze musicali apprezzate dai più giovani. Penso, per esempio, alla cosiddetta ‘cup music’ che spopola in Rete, che si suona attraverso strumenti insoliti e particolari, come le tazze. In più, avremo ragazzi che nelle loro esibizioni si accompagneranno con strumenti tradizionali, come chitarra o pianoforte. Sono bravissimi, mai come quest’anno rappresentano quasi tutte le regioni d’Italia“. Ma contro la sua trasmissione, ancora una volta, ci sarà Maria De Filippi: “Ormai è scontato, come dire che d’estate fa caldo e d’inverno fa freddo. Tocca sempre a me è un dato di fatto, ma io non mi tiro indietro. Maria è una donna che stimo molto, una professionista in gamba e di grande talento. Mi piacerebbe lavorare con lei, magari in tarda età“. E, a proposito di primedonne del piccolo schermo, quest’anno ne ha arruolata una in giuria davvero amatissima: Lorella Cuccarini. L’ho ‘corteggiata’ a lungo, più di quanto abbia fatto con il mio compagno Eddy Martens! Sono entusiasta di averla con me. Lorella è un importante valore aggiunto per questa trasmissione, sono onorata che sia nella nostra squadra. Anche quando ho condotto il Festival di Sanremo, una delle prime richieste che ho avanzato è stata quella di intervistare tutte quelle donne che hanno avuto un ruolo molto importante nel mondo. Mi piacciono le donne in gamba e detesto con tutte le mie forze le ‘gatte morte’ senza personalità o talento. Mi piacciono le donne capaci, quelle che, facendo fatica e tanta gavetta, hanno raggiunto dei meritati traguardi. Queste donne non mi spaventano, la loro intelligenza consiste proprio nel collaborare a rendere più forte un programma“. Passando alla sfera famigliare, quando si nota che sua figlia Maelle ha cominciato a frequentare la scuola elementare, la conduttrice racconta: “Sì, ha cominciato qualche settimana fa. Frequenta una scuola firancese, lì si inizia in anticipo rispetto agli istituti italiani. La mattina, prima di accompagnarla a scuola, ero emozionatissima: il tempo passa davvero veloce! Vederla indossare la sua divisa mi ha fatto grande tenerezza. Ero sicura che sarei scoppiata a piangere, ma siccome lo ha fatto lei, allora mi sono trattenuta. Si è ritrovata in una nuova scuola, con i nuovi compagni, e in più io, da buona milanese, non volevo farla  entrare tardi il primo giorno, così siamo arrivate un po’ in anticipo rispetto al suono della campanella. Inizialmente mi è sembrata piuttosto spaesata, però le è bastato vedere una sua compagna di danza e ogni paura le è passata!”.

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM