‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata di oggi del Trono over

Trono over - Gemma Galgani e Giorgio Manetti

Come volevasi dimostrare. Finalmente Montecchi e Capuleti hanno deposto le armi e dopo mesi di frecciatine e accuse più o meno velate si sono concessi un ballo. Il pubblico lo agognava, Gemma Galgani -almeno stando a quegli sberluccicanti occhi a cuoricino rispuntati nel giro di pochi secondi dalla proposta del ballo- anche, e Giorgio Manetti non ha potuto che adeguarsi, tra una risata molto spontanea e l’altra, pur di mantenere la lucetta rossa bella fissa su di sé.

Un colpo alla botte e uno al cerchio. Lo so che parlare di colpi quando i soggetti sono Gem e George mette in serio pericolo la digestione, ma tant’è: lui prima dice che visto che la registrazione cadeva nel giorno di San Valentino un ballo tutto sommato ci stava, pochi istanti dopo precisa che la ricorrenza non c’entra nulla ed è ‘solo un ballo’. Un po’ la fa credere, un po’ mette paletti, giusto per cascare in piedi qualunque cosa accada.

E avete prestato attenzione alla canzone che ha fatto da sottofondo a questo imperdibile momento?

Mentre aspetto il tuo ritorno
Metto in ordine le idee
Non so davvero in quale fortunato giorno
Da quella porta spunterai
[…] La casa è aperta torna quando vuoi
Mi trovi qui
Perché non voglio perderti così
Mille altre volte ricomincerei
Ancora ti perdonerei
La voglia c’è
È sempre viva questa nostalgia
Di te

Buttata lì a caso, proprio. Roba che Gemmona si sarà fatta una musicassetta e se la riascolterà in loop da una settimana.

Mo però mi aspetto che la prossima registrazione non si apra con il solito video di amaro sfogo post puntata, visto che tra il ballo finale e la divertentissima parodia di Tina Cipollari a sto giro non può proprio lamentarsi. Noi invece sì, ecco.

Per il resto, tra un Riccardo in versione emulo di Amedeo Barbato alle prese con tre esterne fotocopia e Francesco Turco che, nel non voler cogliere gli inequivocabili segnali che l’altro sesso gli lancia mi ricorda proprio la donna media scatenandomi un’estrema tenerezza, una domanda attanaglia la mia mente: ma che hanno nella testa gli uomini, a parte l’aria compressa?

I 40enni che si litigano una Giuliana Brasiello quando nel parterre femminile c’è gente come Simona, dolce e lontana dal bipolarismo.

I 70enni che ambiscono alle sottane di Maria S. che ‘GomunGuA dobbiamo Gonoscerci Maria‘, quando hanno davanti donne come Annamaria, selettive sì ma non insane.

Che gusti tremendi, fatevelo dire.

Video inediti: Uomini e Donne o Ariston?

Video dalla puntata: Puntata interaEsterna di Riccardo e Elena, Ersilia e Marisa – “Il pensamento”Un ballo appassionato“L’album delle figurine”Parole e… baci!Chi la dura la vince?Un glaciale incontroTina e le 4 dame – Il ballo di Gemma e Giorgio

About Chia

70 commenti

  1. OFF TOPIC
    Come previsto Pequenos gigantes é una palla colossale.
    E altrettanto come previsto mi sa che il divorzio tra Belen e Stefano è una balla!
    Guarda caso il bambino della sua squadra ha parlato di matrimoni e Belen e Stefano si scambiavano frecciatine e battutine.
    Altro che aria tesa….
    Comunque programma NOIOSISSIMO!

  2. O.T. ma solo oggi ho capito che Fe’ (del Segreto) e’ la moglie del Jordi, quella tanto discussa per la bellezza al confonto! 🙂
    E’ un piacere immenso! Fortissima Fe’! 🙂

    Per quanto riguarda il titolo, non ho ancora visto la puntata… 🙂

  3. A me invece non sembra rispettoso quando tentano di forzare la mano alle persone anziane affinché si facciano andare bene una controparte poco gradita, mettendo quasi alle strette anche soggetti tranquilli e senza eccessive pretese. Certo pure io mi stupirei se fra Maria S. e il signor Francesco fiorissero le rose, però un conto è che lui torni eventualmente e spontaneamente da Annamaria, e un altro che ripieghi subito e in automatico su di lei per assecondare i sogni romantici degli opinionisti o degli spettatori. E tante volte poi, sempre meglio soli….

    • Lulu quanto è vero..solo che a volte sti vecchietti sembrano così stolidi che viene voglia di indirizzarli un pò’.Tina è stata magnifica e mi sentivano ridere dall’altra stanza. Mia nonna lavorava all’ospizio,era già anziana pure lei e si divertiva un mondo a formare le coppiette.

      • Ah, ma allora buon sangue non mente… 😉 Comunque vedere tua nonna all’opera all’ospizio di sicuro mi avrebbe deliziata! Solo che oggi Tina ha spiattellato quel po’ po’ di décolleté sotto al naso del pover’uomo e – anche a voler essere pragmatici – lui poi a maggior ragione si sarà fatto un film con Maria S. piuttosto che con la bella addormentata….

        • Mia nonna senza morale completamente! Una volta a carnevale nell’ospizio si mascherò da vu cumprà e i vecchietti spaesati le compravano la roba senza riconoscerla. L’anno dopo arrivò con le tette e il sedere di plastica e qualcuno si sentì male.

          • Noooo… ahahahah… ma povere creature… passi per l’alleggerimento delle tasche… ma immagino il coccolone di fronte all’abbondanza delle protesi!! 😀

          • Ieri si faceva la serata dei ricordi e a me poi è venuta in mente la prima immagine che ho di Gemma, risalente ad una preistorica puntata in cui un signore del parterre maschile la liquidava preferendole un’altra dama: Gemma aveva reagito tubando con la sua vocetta mielosa e auspicando comunque la possibilità di sentirsi e rimanere amici… ma la sua rivale, tagliando con tempismo la testa al toro, aveva posto senza alcun fronzolo il veto sulla friendzone in questione… e a Gemma era caduta giù l’intera faccia per lo sgomento e l’oltraggio subito… ma – non essendo ancora una star indiscussa – non aveva osato replicare… (mentre Mary nel frattempo sorrideva già allora di lei con sadismo sfacciato… 😀 )

          • bisogna indirizzarli come la palla indirizza i birilli.
            Sono pure un po ammaccati. È stato il momento più interessante, dopo Maria scema come la luna. Io sono scemo come la luna e non ho ancora visto il grande passo per l’umanità.

          • Sak tua nonna è una grande!
            Pensa che domani vado a trovare i miei, però diciamo che i miei non fanno queste cose. Però sono molto interessanti lo stesso.
            Però tua nonna la vorrei all’università!
            Più lo rileggo più rido come uno scemo come la luna.
            Come quando Francesco l’altro tentava disperatamente di mantenere la dignità mentre rappava un verso di Ferro.

          • Mah, io penso che anche ad 80 anni lo capisci cosa ti piace e cosa no… (o perlomeno lo spero per me, se mai arriverò a quell’età…).

          • ma Lu, noi dobbiamo guardare!

          • E come no, io sono tutt’occhi e ce li ho pure grandi… 😀 (ora però non ricordo se l’occhio giusto dal tuo punto di vista fosse quello lungo o quello grande… so solo che ogni tanto fai questo distinguo… e non è che in generale riesco a capire proprio tutto tutto tutto… perciò porta pazienza dovessi averlo della tipologia sbagliata!)

          • Lu vanno bene entrambi, ma sei sicura di avere l’occhio grande?

          • Apparentemente….

          • Poi nel genotipo non lo so….

          • quindi non si capisce cosa intendo quando dico dell’occhio lungo e dell’occhio grande.

          • Lungo indovina, grande comprende?

          • Mi sarebbe piaciuto conoscere l’esistenza di questo blog al tempo in cui era comparso un nuovo spasimante di Gemma, che era un periodico cliente del posto in cui lavoravo all’epoca: lì in trasmissione sembrava un angioletto, mentre in realtà era un personaggio assolutamente sopra le righe (per quanto nient’affatto cattivo), e ho rotto le scatole a mezzo mondo (cui fregava meno di niente… perché nella realtà purtroppo non conosco nessuno che guarda UeD all’infuori di me…) mentre raccontavo esaltatissima che razza di sòla fosse… (eh, sempre così… nemo profeta in patria! 😀 ).

          • Sak ha gli occhi grandi, forse però si tratta di una cortesia nei miei riguardi. No, non si tratta solo di questo.
            Io ho gli occhi grandi, liquidi, spalancati.
            Si tratta di un evento molto raro, mi pare di aver capito, questo blog non è propriamente pensato per quelli così, ma io lo contamino ed anche voi diventate un po come me, quel tanto che basta. Penso.
            Però non è che quelli con l’occhio lungo non comprendano e quelli con gli occhi grandi non ci prendano.
            È un modo diverso di attardarsi attorno la stessa epifania.
            Adesso ho poco tempo, forse è meglio rimanere dubbiosi.

          • Bene, incasso e porto a casa… 😉

          • mi sarebbe piaciuto tu ci fossi stata, Lu!
            Comunque avere gli occhi grandi non è solo un vantaggio, a differenza dell’occhio lungo. Ma per quel che riguarda Sak sì.
            Per me hai l’occhio lungo, un signor occhio lungo, ma sei a disagio guardando C’è posta e non vuoi davvero sintonizzarti, mi sembra.
            Non è mica una brutta cosa però e non è una caratteristica peculiare di chi ha l’occhio lungo.
            I commenti di Lu sono chiaramente di Lu, dal mio punto di vista.

          • Ho capito.

            Ciao Twe, adesso a riposo tutti e due… 🙂 (in comune ai nostri occhi mi pare d’aver capito che se li teniamo troppo a lungo aperti poi ci fanno male, al di là della miopia e dell’ipermetropia…).

          • Non vorrei che tu pensassi che la distinzione sia tra il mucchio e il triangolo dorato, in effetti lo sono solo io come lo sono io, poi c’è Sak che a volte fa delle affermazioni che mi fanno pensare che, poi beh, è chiaro che se ci sono io e se c’è Sak, comunque ognuno ha l’occhio che ha! Sak: dissociati appena puoi!

          • ecco, invece lasciando perdere la trasmissione i nostri occhi hanno molte cose in comune e grandi significa anche quello.
            Dormiamo!

          • Oh Twe, pensavo d’aver capito… ma ora mi viene il dubbio… 😀

            (no dai, in realtà ho capito quanto basta…. Sak, puoi restare associata!)

          • E buongiorno Sak! Ieri sera mi sono addormentata con l’ipad in mano pensando di scrivere qualcosa anch’io dopo trash Ajas Tranqui e le altre sulla Galanti. Ma alla fine non ho avuto il coraggio di scrivere niente e pensa che ti ripensa mi sono addormentata.
            Oggi mi sembra domenica,perchè? Adesso chiamo mia nonna e le racconto tutto

  4. ma solo a me mi si cariano i denti quando ascolto Giuliana ?

  5. sono arrivata al grande ballo…mi hanno rovinato una canzone bellissima che ascoltavo molto volentieri! Erano proprio viscidi. Sono in lutto per la canzone.

  6. Giuliana peggio di peggio. Non guardo piu’. Buonanotte… 😉

  7. Affanculo la punteggiatura e la sintassi: sono un anarchico del Gutenberg. In questo momento non riesco ad articolare i miei pensieri: siccome ho dormito poco ho deciso di uscire a camminare. Come il giorno prima. Ora il castello errante in sottofondo e il contagio Zika alle porte eppure delle tre rose una è già convolato a giuste nozze: l’amor cortese ai tempi della roba. Come si dice?
    di no.
    Sai oltre a quel che si può intuire dal già detto cosa mi ha sballato tutti i ritmi? Avevo il portatile acceso di fianco al letto e prima che mi girasse tutto per una serie di motivi guardavo Amici. La faccio breve: verso le cinque è partito a palla il daytime. Me l’ha ricordato mio fratello, ha pure rimesso tutto in ordine. Un vero gentiluomo: è da un po che non guardiamo Uomini e Donne assieme e lui ce l’ha un po con il blog perché vorrebbe commentare con me, perlomeno quando sono a casa. Tutto questo per dire che dovevo uscire e dunque sto guardando ora: nemmeno io ho l’età, eppure.

  8. Meglio un pacco regalo della foto con i bambini down. Ma non per i bambini down, i bambini down sono bambini e quando cresceranno saranno persone: lo stronzo è lui. Quella è la sua foto profilo Whatsapp e lui ogni tanto da una mano a seguire degli esercizi. Tanto non capirete e finirete per pensare che ce l’ho con le persone che dedicano parte del loro tempo ad aiutare gli altri o a chi pubblica foto con i suoi giocatori e non si tratta di questo. Adesso invece forse avete capito.
    Nemmeno metà puntata: Francesco se ne fa una ragione.

    • Avrà corretto qualche esercizio per avere la scusa di pubblicare la foto sul profilo. Ma perchè mi arrabbio così tanto?
      E Maria,che non vuole più far ballare Francesco?
      Twen e Lulu,vi porto i saluti di mia nonna

      • anch’io vorrei parlarti di ieri dai miei nonni, guarda che sarebbe interessante e tua nonna è una grande, ma mia mamma si è presa un’anta in testa e quindi ha un bozzo ed un taglio, ma piccolo.
        Adesso ha una foglia di cavolo bianco, prima abbiamo disinfettato, dopo metteremo l’aloe, abbiamo le idee molto chiare come puoi leggere, a pranzo c’è il riso e poi c’è il calamaro, ma non abitiamo vicino al mare.
        Ad ogni modo niente di grave, ma oggi pomeriggio non la faremo andare a catechismo, se riusciamo a persuaderla.

      • l’unica cosa che mi sento di aggiungere per adesso è che Shostakovich ha dedicato alla nonna il clavicembalo ben temperato, la versione della Nikolayeva: l’ho scoperto pochi minuti fa e potrebbe trattarsi di una diceria.

  9. Quando ero piccolo mia madre mi diceva che non bisogna mai guardare fisso il sole, ma una volta, dal tramonto all’alba, non l’ho più perso di vista. Sono uscito per salvare i miei occhi, per una qualche premura nei confronti del mio corpo: l’acqua ora saltellava, ora diventava quasi consistente ed il trattamento delle nuvole operato dalla luce wow.
    C’era il sole e c’era la luna, scema come la luna. È un fatto banale: banale per voi!
    La casta diva travestita m’interessa, ma presto approderà sull’isola che non c’è e non c’è più tempo, quindi è bene che Maria S. sia immune alle lusinghe ed è un bene che Rama Lila non sia sul trono.

    • devono permettermi di guardarlo in streaming, perché non posso rubare la tv ai bambini fino alle 11,cioè posso, ma non me la sento, la tv di mio fratello aloha, non me lo permetterebbe mai, cioè me lo permetterebbe, ma la pagherei. Allora ci butterò un occhio domani.
      Penso farà meglio nel t.c. che nel totale … e fin qui.
      Io non voglio dire nulla e forse è meglio che non ci butto un occhio in diretta, perché non voglio avere aspettative sugli ascolti di nessun tipo. Adesso vi dico a quanto vendono uno slot pubblicitario e a quanto vendono C’è posta. E vi do anche un link, perché è importante essere indipendenti. Ci sono anche le stime sul commerciale. Noterete che le stime riguardano i valori assoluti, per questo vi dico che sono importanti anche i valori assoluti e per questo vi dico che è importante il target commerciale. Almeno credo!
      http://www.publitalia.it/bin/RateTable/52/C_26_RateTable_46_upfPDF.pdf
      Ok, non c’avete sbatti ed immagino non prestereste sufficiente attenzione, giustamente eh.

      Maria se me lo metti in streaming adesso te lo guardo e domani dai nonni sono uno zombie, chissene.
      Non so cosa sperare, anzi lo so, però … ok, un compromesso.
      Ci sono degli spezzoni, non c’è la puntata intera.

  10. A volte mentre leggo i commenti di Twenthy con la fantasia lo immagino uguale a Tim Roth nel film La leggenda del pianista sull’oceano…..
    Novecento suona, inventa melodie guardandosi distrattamente attorno ed affida ai tasti bianchi e neri il corso dei suoi pensieri, le sue emozioni, mentre la nave scivola sull’acqua….
    Twenthy scrive, le dita scorrono sulla tastiera del pc e Twenthy, come Novecento, guardandosi distrattamente attorno affida ai tastini quadrati della tastiera i suoi pensieri, il più delle volte è attento affinché ciò che posta sia comprensibile anche ai più semplici come me….talvolta è stanco ed annoiato allora lascia che le parole affollino disordinate, follemente sconnesse, con un senso ma criptato, i messaggi che invia….
    Chiedo scusa, a Twenthy per questa interpretazione senz’altro errata ed a chi legge per questa divagazione 🙂

    • Io ti ho letto una volta, quando accennavi alla tua vicenda, Sak ti faceva i complimenti e si diceva contenta eccetera.
      Io ho molto rispetto per te, per le persone che si prendono cura dei loro figli e addirittura dei figli degli altri, così che altre donne possano lavorare e sparare sentenze su come si debba trovare e richiedere lavoro: attraverso un talent.
      Due scarabocchi si un pezzo di carta, le solite domande molto pertinenti, il canto, la supplica, il balletto classico, la piena disponibilità, insomma parliamo della meritocrazia.
      Infatti quando i nostri figli o fratelli cresceranno se sfortunatamente non trovassero un lavoro noi non chiederemo a chiunque e non metteremo una buona parola per l’orfano e la vedova perché esiste un protocollo che non esiste e bisogna rispettarlo e seppure non sia rispettato da nessuno per me e per i miei cari è stato certamente rispettato, per noi ed i nostri cari non si tratta mai di caso e tempismo.
      Non è una questione di semplicità, si tratta anche del rispetto e del timore del giudizio altrui che in me si esprimono in modi misteriosi per una serie di motivi. Poi se anche è vero che a volte scrivo come scrivo questo è un fatto stilistico, umorale, neurologico, ha a che fare con il sovraccarico cognitivo ed è un bel parallelismo quello che hai fatto: io non so suonare così bene.
      Non ho neanche commentato Gem e George, volevo provare ad andare a letto ad un orario decente.
      Mi faccio un caffè!

      • Ovviamente io sparo un sacco di sentenze, questo invece forse un giorno vi tornerà utile:
        http://www.technologyreview.it/_media/5048/pdf/dossier.lavoro.ultimo.corretto.pdf

      • Buongiorno Twenthy, caffè bevuto? Io ho già raggiunto il max livello di caffeina consigliato….sono una caffeinomane.
        Anagraficamente Twenthy tu potresti essermi figlio, il mio grande ha 34 anni e il vostro stile pensiero/scrittura è molto simile. Anch’io ti rispetto molto, per questo ti leggo sempre e mi viene voglia di “interpretarti”……a me gli anni hanno insegnato che è giusto prestare considerazione a tutti riservando però la mia attenzione a chi istintivamente stimo.
        Ho scritto che tu e Novecento distrattamente guardate attorno consapevole che si tratta dell’apparente distrazione di chi osserva tutto.
        Sovraccarico cognitivo, questo avevo nella testa ma non sono stata in grado di usare i termini corretti, scrivendo che per noia e stanchezza a volte lasci scorrere disordinate e follemente sconnesse le parole nei tuoi commenti….mi scuso ancora Twenthy se ho espresso il mio parere su di te…..parere scevro da qualsiasi giudizio 🙂
        Tu suoni bene twenthy, credimi…..

        • Buongiorno settembre! Bella immagine davvero,se non avessi letto il tuo nome avrei capito comunque che l’avevi scritto tu.
          Proverò a fare un gioco,leggere i commenti coprendo il nome. Vediamo quanti ne indovino. Sarebbe divertente farlo con Twen accanto!

          • Ciao Sak, buona giornata anche a te!
            Proverò anch’io a leggere i commenti cercando di individuarne l’autore, scommetto che ne indovineremo parecchi.
            Tu, come Twenthy siete inconfondibili, hai presente quando ascoltando in radio una canzone sai senza esitazione chi la sta interpretando? La voce nel canto credo sia come lo stile nella scrittura…..però molte voci così come molti post puoi sovrapporli a quelli di chiunque altro (cit. De Gregori) senza distinzione.
            Twenthy nel gioco del commento=autore ci darebbe del filo da torcere….pur di vincere lui la sfida ci rintontirebbe con divertenti sensi e controsensi XD

          • potrei suonare meglio, qualunque cosa faccio la fanno milioni di persone meglio di me, forse miliardi. I cattolici dicono: bisogna accettare la propria realtà. Lo dicono in tanti, in realtà.
            Non mi sono per niente offeso, l’ho vissuto come un complimento inaspettato, ma a differenza di molti complimenti che si ricevono nella vita di tutti i giorni, questo non mi ha infastidito perché non era buttato lì a casaccio.

    • Settembre, che sguardo poetico sul mondo!
      E che bel nick!

  11. ….e a chi legge…..
    mi è scappata una “d” di troppo XD

Inserisci un commento

Not using HHVM