Maria De Filippi parla del ‘Trono Gay’ a ‘Uomini e Donne’: “Non mi sembra una rivoluzione ma potrebbe aiutare chi ha problemi a dichiararsi e chi soffre di bullismo!”. E di Claudio Sona dice…

Trono classico - Maria De Filippi

Manca ormai una settimana al ritorno sul piccolo di schermo di Uomini e Donne, il longevo dating show di Canale 5 la cui popolarità non sembra proprio volersi esaurire.

Numerose sono le novità che negli ultimi anni Maria De Filippi ha introdotto nel suo programma, prima tra tutte il format del Trono Over, che vede confrontarsi un parterre tutto al femminile e uno al maschile e segue le frequentazioni e gli amori che nascono tra i protagonisti, liberi di sentirsi e vedersi anche al di fuori dello studio.

Quest’anno però la novità, annunciata qualche mese fa, sta facendo discutere e sta suscitando numerose polemiche ancora prima della messa in onda: se una buona parte del pubblico è incuriosito dal Trono Gay e da Claudio Sona, il primo tronista omosessuale nella storia del programma, c’è chi non ritiene consona la trasmissione di esterne che vedono relazionarsi due uomini in una fascia protetta; chi crede, invece, in questo progetto della De Filippi nell’argomentare la propria posizione fa riferimento alle immagini molto più forti di fronte alle quali spesso si trovano i bambini. Ma le polemiche non riescono a finire e a replicarvi è, in prima persona, la stessa conduttrice, intervistata dal quotidiano La Repubblica:

“La società è molto più avanti delle leggi. Aprire ‘Uomini e Donne’ ai gay non mi sembra una rivoluzione. La televisione non deve rimanere indietro, se parliamo di relazioni umane, della normalità dei sentimenti, non si capisce perché gli omosessuali dovessero essere esclusi dal programma!”

Queen Mary ha voluto difendersi anche da chi l’ha accusata di strumentalizzare un tema delicato come l’omosessualità e ha spiegato quale obiettivo le piacerebbe raggiungere:

“Non penso che una scelta come questa serva per il mondo gay risolto ma può essere d’aiuto per chi a casa ha ancora problemi con parenti e amici, per chi è vittima di bullismo e viene spregiativamente chiamato ‘frocio’. Ho sempre fatto le cose in cui ho creduto, quando la critica ha un senso la seguo, quando non ce l’ha, no. Non sfrutto nessuno, mi aspetto un trono come gli altri e mi auguro che la gente dica che ho fatto bene. Se poi le critiche sono quelle di Giovanardi ce le prenderemo. O forse no!”

Per quanto, infine, riguarda Claudio la conduttrice ha raccontato anche com’è avvenuta la selezione che lo ha visto trionfare sugli altri concorrenti:

“Di possibili protagonisti ne ho incontrati quattro. Claudio era molto tranquillo, risolto. Mi ero raccomandata con la redazione: cercate chi ha realmente voglia di raccontarsi. Hanno scritto in tanti, senza timore. Mi è sembrato un bel segno!”

E voi cosa vi aspettate da quest’importante novità di Uomini e Donne?

About Titta

3 commenti

  1. Tu la sai lunga De Filippi, ti sono usciti gli occhi a forma di Audience!

  2. Io sono d’accordo con lei, ma critiche ne arriveranno e tante pure. L’Italia è un paese particolare in questo senso.

  3. il super potere di Maria è trasformare cubisti in tronisti e sono convinta che le letterine non solo i gay le abbiano mandate pur di avere quel trono 🤔

Inserisci un commento

Not using HHVM