Teresa Cilia svela: “Ho lasciato il posto di lavoro nella redazione di ‘C’è Posta Per Te’ per permettere a Salvatore Di Carlo di inseguire la sua passione per il calcio!”

Salvatore Di Carlo e Teresa Cilia

Sono convolati a nozze lo scorso 15 settembre, l’ex tronista di Uomini e Donne Teresa Cilia e la sua scelta Salvatore Di Carlo, seguiti dalle telecamere di Pomeriggio 5 che hanno permesso ai due ex protagonisti di Temptation Island 2 di condividere con i numerosissimi fan un momento tanto speciale e importante per i loro beniamini come quello del fatidico sì.

Negli scorsi giorni, proprio la Cilia è stata intervistata dal settimanale Mio, a cui ha raccontato della vita matrimoniale col suo Salvatore e delle importanti scelte che gli sposini hanno dovuto affrontare in questi mesi. La bella siciliana, in particolare, dopo le due avventure nelle trasmissioni di Maria De Filippi, aveva ricevuto un’offerta lavorativa molto importante nella redazione di C’è Posta Per Te. La ragazza aveva subito accettato e negli ultimi tempi, per questioni logistiche, sia lei che la sua dolce metà si erano dovuti trasferire a Roma. Se nella Capitale, però, Teresa aveva trovato i propri equilibri, un po’ meno bene andavano le cose per il Di Carlo, che aveva dovuto lasciare la squadra di calcio in cui giocava in Sicilia.

Ad oggi le cose sono decisamente cambiate per la coppia, come ha raccontato l’ex tronista al noto settimanale:

Non lavoro più nella redazione del programma. Per permettere a Salvo di tornare alla sua passione ci siamo dovuti trasferire in Sicilia, ma ringrazio davvero tanto Maria per l’occasione che mi ha dato, per il supporto, per avermi fatto conoscere tanti aspetti di questo lavoro e soprattutto per avermi fatto crescere come donna.

Una scelta dura, quella della Cilia, di cui però la ragazza non si è per nulla pentita, visto che il suo uomo riesce a darle tutto ciò di cui ha bisogno:

Salvo è molto impegnato con il calcio e quindi cerco di tenere io le redini della casa. Però, nonostante questo, posso dire che è davvero un bravo marito: quando è a casa non se ne sta con le mani in mano.

Per il momento i neo coniugi non hanno avuto ancora modo di concedersi un viaggio di nozze, ma a Teresa non dispiace aspettare:

Salvo è impegnato col lavoro, appena avremo un attimo ci penseremo, sarà di certo una meta esotica, al caldo. Queste cose non si programmano. Sono una donna di fede, quando Dio vorrà, allora accadrà.

Che ne pensate delle sue parole? E di questa splendida coppia?

About Franci

28 commenti

  1. Il pane a chi non ha i denti…
    Lascia il lavoro a c’è posta per te per il marito. Perché quando siamo innamorate ci annulliamo? Perché?

  2. Dall’esterno è sempre facile giudicare .. però penso che se una persona avesse un po’ di intelligenza non potrebbe lasciare un lavoro sicuro nella redazione di MARIA Per andare a giocare nel Mazara Calcio!! Mica nella Juventus!!’ Ma per favore!!

  3. seguire il marito ci sta..ma purtroppo non si vive di passioni e quello di salvo non e’ un lavoro..quanri anni potr giocare???per me una follia

  4. Sono una coppia così morbosa e “particolare” che questa scelta non mi stupisce per niente

  5. Infatti è un problema di proporzioni, se Salvatore giocasse in una grande squadra che gli consentisse un avvenire anche dopo aver smesso come giocatore lo potrei capire, qua parliamo di realtà locali, finito la carriera non rimane molto da fare, per essere dirigenti anche in questi contesti sono necessari preparazione ed un minimo di studio/ cultura, non voglio offendere nessuno ma credo che Salvo da questo punto di vista abbia parecchie carenze. Lavorare nella redazione di Maria non era sicuramente pesante come fare la cassiera 8 ore in piedi al super, non avrei mollato manodopera un posto cosi, mi incatenato al telefono.

  6. Mi scuso per gli errori, scrivere dal cell non è il mio forte

  7. Ha fatto bene tanto con i suoi titoli di studio e la dialettica, son tutti li che aspettano per assumerla. E poi lui è un famoso calciatore.

  8. Che robe, in quelle serie in cui gioca Salvatore al massimo ti pagano la benzina per andare in trasferta e tu lasci un lavoro sicuro,tra l’altro avuto senza particolari meriti.

  9. A me fa ridere chi si definisce calciatore quando gioca in squadre di seconda divisione.

  10. forse Teresa non era nemmeno capace di lavorare bene nella redazione …..

  11. Hanno l’età per i sogni, avranno tempo per risvegliarsi, spero , per loro, tardissimo ed in modo indolore. Adesso lasciamoglieli fare!

    • Se hai un posto d’oro non c’è età ne sogni che tengano. Tra l’altro non sono ragazzini ma sposati con voglia di famiglia.

    • A lei non piaceva stare lì, avevo pensato fosse iniziato il countdown già da quando Maria le aveva chiesto come si trovasse e lei per tutta risposta aveva raccontato di aver girato la scrivania contro il muro perché dalla finestra vedeva “solo” alberi e non il mare; e dall’altra parte c’era pure lui tarato sui rimpianti. Ma per carità, che brutta situazione, hanno fatto bene ad andarsene via! Tanto per loro quella vita rappresentava con ogni evidenza un piano B, e di minestre su cui ripiegare per non saltare la finestra si fa sempre in tempo a trovarne, fra un sogno e l’altro (e almeno i sogni si spera non finiscano mai, vecchi o nuovi, piccoli o grandi, a qualunque età…).

  12. Parlo da “donna in coppia di separati forzati per motivi di lavoro” (amen! 😅) quindi figuriamoci se non posso capire la voglia di stare insieme ma Teresina mia bella quando ti recapitava una occasione di lavoro come questa?? E non la metto solo sul piano del tipo di lavoro ma anche di durata, quanto mai avrebbe lavorato lì? Non credo per decenni…anche fare qualche sacrificio per costruire il futuro fa parte del matrimonio credo

  13. E ora come pensa di campare? Aria e calcio? Buon appetito. Mi raccomando , subito bebè( che tanto costano poco mantenerli )

  14. È una pura e in più è una fedele… Quando cambierà idea Maria la riprenderà perchè cerca di circondarsi di persone di fiducia prima di tutto.
    Io non l’ho mai troppo sopportata ma adesso mi fa tenerezza davvero.

  15. Ragazze, facendo due calcoli la scelta non mi sembra cosi’ folle. Considerate che calciatore in eccellenza se bravo e conosciuto (quindi puo’ portare pubblico) puo’ arrivare fino a 2mila euro al mese,( a Mazara ci fu addirittura lo scandalo che la segretaria guadagnava 76 mila euro l’anno), a Roma solo lei lavorava e dovevano pagare l’affitto e in Sicilia gli affitti sono molto piu’ bassi e forse non lo pagano nemmeno perché vivono in una casa della famiglia…. Quindi magari la scelta era piu’ logica perché in redazione quanto ci puoi lavorare? In Sicilia magari essendo conosciuta lo trovi un lavoro decente in un negozio (Teresa dopo il trono giovani faceva già diverse inaugurazioni di negozi) e considerando che qualche soldino lo metti da parte se sei intelligente ci puoi vivere bene, dove la vita non é molto cara. Poi per carità magari mi sbaglio , ma smistare la posta da Maria non mi sembra una cosa cosi’ affidabile per farci vivere una famiglia, poi metti la passione di Salvatore e la lontananza dalla regione d’origine, e mettiamoci pure che i due non sono proprio dei libertini….

    • Si sono d’accordo. PEnsandoci bene non ha rinunciato a chissà quale posto di lavoro o quale certezza economica. Non penso che abbia neanche fatto la scelta di rinunciare a una carriera florida perché da smistatrice di lettere non riesco a intravedere alcun tipo di evoluzione. Avrà pensato, se devo fare un lavoro che non mi piace e non molto gratificante tanto vale farlo a casa e lasciare che almeno uno dei due della coppia insegua il suo sogno. Non so se avrei mai fatto la stessa cosa, ma non mi sembra neanche cosi incomprensibile. Poi penso che la sua ambizione non sia fare carriera ma tirare su famiglia, e non c’è niente di male in questo, è solo una scelta diversa.

  16. Meglio. Posto vacante, mando suvito il cv.

  17. sono sincera: non me la sento di giudicare la scelta, anzi, a dispetto di tutto quel che si potrebbe pensare d’istinto quasi la capisco

    è vero che uno legge e la prima cosa che può passare per la mente è ‘come si fa a mollare un lavoro comunque redditizio ed offerto da mary solo per giocare a calcio non in serie a’

    ma secondo me la questione non è così semplicistica

    Teresa lavorava sì, ma a parte non percepirla entusiasta e comunque nostalgica di casa, terra d’origine e tutto
    non lavorava e non sembrava affatto felice lui

    e il lavoro di lei sì, d’accordo, ma lontano da casa vuole anche dire che stavano in affitto e tutto il resto
    tornando a casa con appoggio familiare e tutto magari la situazione non è poi cambiata più di tanto in fondo

    poi che vi devo dire, io sarei rimasta e sono perplessa che lui non sia riuscito o che non sarebbe in futuro riuscito a trovare qualcosa a Roma, aldilà del calcio che dopo una certa età ed esclusi livelli altissimi non ci camperai una vita
    però…
    la scelta è loro, ecco
    e, considerando la “morbosità” (tra virgolette, capiamoci) e il tipo di rapporto secondo me sono più felici se entrambi sono convinti e soddisfatti della vita che fanno
    Teresa ce la vedo troppo a spengersi vedendo spengersi lui (e viceversa)

    a favore, comunque, bisogna anche dire che, finito il momento tv, sembra abbiano voltato pagina e stiano cercando di riprendere una vita normale

    ps. che consti che li ho sopportati a stento e non sono mai stata una sostenitrice, ecco (per quanto: insieme sono perfetti)

  18. Penso che per loro sia la scelta più corretta. Lei si vedeva che provava nostalgia della sicilia e della vita lì, sicuramente avranno un piano B
    Mi piacerebbe avere la possibilità di fare scelte del genere e invece quasi nessuno le ha. Perciò si, dal mio punto di vista è folle, ma capisco che nella sua posizione non lo sia molto.

Inserisci un commento

Not using HHVM